Circolari normative per specialità




Pesca al Colpo

Con il termine Pesca al Colpo possiamo indicare molti tipi di pesca che fanno uso di un galleggiante per segnalare l'abboccata del pesce, tra cui pesca alla roubasienne, pesca all'inglese, pesca alla bolognese, pesca con la canna fissa e pesca all'alborella.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Feeder

Il Feeder in mare è una tecnica di pesca, abbastanza semplice in cui cimentarsi, nata alla fine degli anni sessanta in Inghilterra.

Si pratica prevalentemente con il pasturatore, è una via di mezzo fra il surfcasting leggero e la pesca a fondo medio-leggera con canne ad azione di punta, con vettini intercambiabili in base al tipo di pesca e alla corrente dell’acqua.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Pesca con la mosca

La pesca con la mosca è un tipo di pesca sportiva definita così perché vengono utilizzate particolari esche artificiali costruite a imitazione di insetti che nascono, si sviluppano, si riproducono e muoiono nell'ambiente acquatico, o terrestre, come formiche, cavallette, vespe ecc. In ogni caso l'esca viene chiamata "mosca" anche se imita tutt'altro animaletto.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Pesca alla trota con esche naturali in torrente

La pesca alla trota con esche naturali in torrente è la disciplina che solitamente segna l’inizio della stagione di pesca in acque dolci.

La pesca al tocco nei torrenti è una pesca in movimento, si esplorano le rive tenendo il filo in mano, si cala la lenza con le larve scelte per esca e ci si lascia portare dalla corrente.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Pesca alla trota con esche naturali in lago

Le tecniche della Trota lago si basano tutte su un concetto fondamentale: la rotazione dell'esca.

Rotazione e movimento dell'esca, dopo il lancio, hanno lo scopo di stimolare il più possibile il pesce all'abboccata, tenendo conto di tutte (o quasi) le variabili, ovvero la stagione, la temperatura, la profondità etc.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Predatori con esche artificiali da riva

La pesca ai predatori con esche artificiali da riva è una tecnica spettacolare, tra le più affascinanti e impegnative per un pescatore, per le azioni di pesca, dall’attacco alla lotta con prede di diversa taglia.

La trota, in torrente, è uno dei pesci più diffidenti nei confronti dell’uomo e se una buona attrezzatura è importante, la differenza del bottino viene sicuramente apportata dall’abilità del pescatore.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Predatori con esche artificiali da barca

Lo spinning moderno vede l’ascesa di questa disciplina agonistica che richiede grande tecnica e conoscenza di esche e pesci.

È tesa alla cattura delle specie predatrici e comprende: luccio, persico reale, cavedano, sandra (lucioperca), aspio ed in alcuni casi anche il black bass ed il siluro.

Si svolge in coppia prevalentemente da natante ed è particolarmente in voga nelle acque dell’Europa settentrionale.

Prevede il catch&release immediato senza detenzione del pesce in vivo sulle imbarcazioni.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Bass Fishing

Nella pesca a spinning generica emerge il Bass fishing come disciplina completa, dinamica ed adrenalinica, soprattutto nel suo svolgimento agonistico.

Si tratta di competizioni mirate alla sola cattura del black bass (o persico trota) che si disputano prevalentemente in coppia, da natante, oppure in singolo, da belly boat (ciambella).

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Carp Fishing

Il Carpfishing è una specifica tecnica di pesca sportiva volta alla cattura della sola carpa.

La sua nascita si fa risalire al 1978 in Inghilterra: in quell'anno venne messo a punto, dopo ripetute osservazioni in acquario, una tecnica di innesco che lasciava completamente libero l'amo.

L'esca veniva infatti collegata ad esso grazie ad un "capello" (inteso come filo o filamento molto sottile) detto per questo hair rig.

In questo modo, lasciando l'amo scoperto, era possibile favorire l'aggancio dello stesso nella bocca del pesce.

La carpa infatti si alimenta aspirando e espellendo il cibo e non mordendolo come tipicamente fanno altre specie di pesci dotate di dentatura.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Pesca in fiume

Si pratica con esche naturali in tratti di fiume a carattere torrentizio con caratteristiche disomogenee relativamente all’acqua corrente, alle profondità variabili, alla presenza di arbusti o piante in alveo e zone d’ombra o soleggiate.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Pesca con Bilancella

La pesca con la bilancia è antichissima seppur misconosciuta ai più oggi.

La bilancia è un attrezzo da pesca concettualmente semplice, è formato da una rete quadrata con lato di 150 cm e con maglie, non inferiori a 10 mm, fissata ai vertici a due barre in metallo incrociate molto elastiche, all’incrocio delle due barre c’è un anello che permette l’attacco della cordicella, che sarà fissata dall’altro capo ad una robusta e possibilmente leggera canna che permette di manovrare la bilancella.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019