Circolari normative per specialità




Bolentino

Il Bolentino è una delle più antiche tecniche di pesca e prende il nome dall’attrezzo con cui si pratica tale pesca che consta di un sughero su cui è avvolta la lenza alla cui estremità inferiore è presente un “terminale” dove vengono legati gli ami; il tutto termina con una zavorra di peso variabile a seconda della profondità e delle correnti.

E’ una pesca abbastanza statica che si svolge da un natante sia a remi che a motore.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Pesca con Canna da Natante

La Canna da natante è l’evoluzione dell’antica tecnica del bolentino a mano.

Il vecchio sughero su cui è avvolta la lenza è sostituito da canna con mulinello.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Pesca con Canna da Riva

Tecnica di pesca effettuata da banchine portuali, scogliere naturali o artificiali.

E’ una tipologia di pesca molto raffinata con utilizzo di fili spesso di diametro capillare e che deve essere abbinata a pasturazioni effettuate sapientemente in modo da portare e mantenere i pesci nel raggio d’azione della canna.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Surf Casting

Letteralmente "lancio sull'onda" è una disciplina che affonda le sue origini nelle spiagge oceaniche e che conta migliaia di appassionati anche in Italia.

Tecnica di pesca rivolta principalmente alla cattura di "pesci nobili" e di taglia che frequentano l'immediato sottoriva.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Long Casting

Disciplina praticata in molti paesi del mondo, Asia compresa, si utilizza un campo di lancio, generalmente a fondo erboso che garantisca la sicurezza.

I lanci effettuati da una pedana con canne dedicate avvengono con diverse categorie di piombo. Il piombo affinché il lancio sia valido deve cadere e conficcarsi all’interno di un cono di 30 gradi.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Big Game fishing

Sotto questo nome sono racchiuse diverse tecniche da natante che prevedono la cattura di pesci predatori.

Questa tipologia di pesca si distingue in:

Traina d’altura: praticata prevalentemente oltre le 6 miglia dalla costa

Traina costiera: può essere praticata anche a poca distanza dalla costa e con piccoli natanti

Drifting: descrive la pesca dalla barca in deriva, una delle peculiarità è l'impiego della sardina quale esca e quale brumeggio.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019




Kayak fishing

Disciplina effettuata da leggerissime imbarcazioni simili alle canoe, prevede diverse tecniche come il vertical jigging, lo spinning ed anche la mosca.

È una tecnica che consente di “vivere” il mare e la bellezza delle sue coste in perfetta armonia con l’ambiente circostante, si svolge generalmente in solitaria e si ha una sovrapposizione di ruoli in quanto il pescatore è anche manovratore del piccolo natante.

Visualizza o scarica la Circolare normativa 2019